Con poche righe cerchiamo di sintetizzare la lunga Storia dell´Associazione Filarmonica Montaionese ¨Gaetano Donizetti¨.

La Società Filarmonica è nata nel 1832, grazie all´Avvocato Antonio Biagiuoli, Podestà di Montaione. In una lettera scritta al Presidente del Buon Governo di San Miniato l´avvocato Biagiuoli spiega che l´idea di far nascere un ¨corpo morale di dilettanti di musica¨ è stata necessaria per far cessare le lotte tra le varie famiglie di Montaione.
In seguito, il 20 gennaio 1854, l´organo di governo approvò la deliberazione nr. 13 con l´oggetto Istanza dei Filarmonici di Montaione.
Nel 1856 la ¨Banda Musicale¨, così viene definita, chiese all´Amministrazione Comunale un contributo per acquistare gli strumenti e in questa  richiesta veniva comunicata la pubblicazione dello Statuto.
Inoltre da documenti storici abbiamo appurato che  nel 1858 la Banda era diretta dal Professore Paoli di Firenze.
Successivamente, agli inizi del 1861 i soci della Banda chiesero all´Amministrazione Comunale di addossarsi un terzo delle spese per acquistare le divise ai propri componenti.
Nel 1887 la Società chiese al Comune un terreno di 510 metri quadrati  per poter dare via ai lavori per la costruzione del teatro, che sarebbe diventato anche una delle sedi più antiche della nostra associazione.
Nel 1890 viene indetto un concorso per il Maestro di Banda con ben 11 concorrenti e viene nominato direttore il maestro Tito Belati, che in seguito passerà a dirigere la Filarmonica di Lione in Francia. Il maestro Belati è famoso per aver fatto nascere la prima casa editrice per musica da banda con sede a Perugia.
Agli inizi del ´900 alla Banda veniva richiesto di suonare per  le Feste patriottiche, negli anni successivi per Feste e Manifestazioni del regime ed infine per Feste religiose e funerali.
In poco tempo si formò un corpo bandistico con 40 musicisti, 77 soci e 20 allievi alla scuola di musica. Durante il passaggio del fronte della Seconda Guerra Mondiale, la casa dove erano depositati gli strumenti musicali fu distrutta, ma fu grazie all´impegno dei musici che scavando tra le macerie riuscirono a recuperarli. Nonostante le difficoltà del dopoguerra,  l´interruzione dell´esibizioni musicali durò poco tempo. Infatti già nel 1948 la Banda era riuscita a recuperare l´organico e ricominciò a suonare con lo stesso impegno e dedizione che negli anni precedenti aveva dimostrato ai propri cittadini.
Successivamente alla guerra le sedi della Banda furono molteplici, dai locali del Palazzo Pretorio si trasferì nel Teatro passando dalla Chiesa delle Suore, fino ad arrivare nella vecchia palestra in Via del Sole. Nel 1983 l´Amministrazione Comunale ha finalmente realizzato l´attuale sede della Banda situandola all´interno del  villaggio scolastico.
I maestri che si sono susseguiti dal dopoguerra, nell´ordine, sono: Maestrelli Palmiro, Lotti Giovanni, Gelichi Ilio, Cetti Giuliano e Bastianoni Fabio.
Il maestro Cetti ha ricoperto  questo incarico dal 1974 al 2014 pur continuando attualmente la scuola. Nel 1991 l´Amministrazione Comunale ha deciso di conferirgli la cittadinanza onoraria. Il maestro Bastianoni Ŕ subentrato nella direzione della filarmonica nel 2014.
Nel 1980  è nato il gruppo delle Majorettes,  diretto da allora fino ad oggi, nell´ordine da: Panchetti Silvia, Bibbiani Marisa, Renieri Valeria, Migliori Serena, Cappellini Sabrina, Mauceri Sara,  Faustino Annalisa, Cinelli Elena, Orsi Sara e Brogi Elena.
Nel 1984 la Filarmonica iniziò ad organizzare un raduno bandistico con cadenza annuale. In un primo tempo si svolgevano all´interno del parco scolastico dove si trova la sede e poi dal 1990 nel Parco dei Mandorli in occasione della annuale ¨Festa della Musica¨.
L´anno 1990 vede la Filarmonica Gaetano Donizetti contraccambiare la visita della Fanfara Francese ¨Esperance-Rignacoise¨ recandosi a Rignac per la Festa Dei Fiori.
Tra le varie partecipazioni della Banda alle Feste Folkloristiche vanno ricordate quelle della Rificolona di Lastra a Signa, i carnevali di San Gimignano, Vaiano, Santa Croce sull´Arno, Viareggio, Stia ecc..
Nell´anno 2000, in occasione del Giubileo, la Filarmonica ha partecipato a due Raduni Bandistici Nazionali molto importanti: il 7 maggio a Firenze e il 17 dicembre a Roma in Piazza San Pietro.
Nell´anno 2003 è nato lo scambio musicale con il Corpo Musicale  Giuseppe Verdi di Venaria Reale (To) . Questo legame si è consolidato negli anni anche grazie alla partecipazione  della nostra filarmonica al loro 130° anniversario dalla nascita (2005).
Negli anni successivi  la Filarmonica G. Donizetti ha preso parte ad altri eventi di livello nazionale come:

- Concerti serali in piazza Signoria a Firenze;

- Raduno Bandistico a Lucca;

- Raduno Bandistico Nazionale Mirabilandia;

- Raduno Interprovinciale a Montecatini Terme;

- Festa dei Fiori a Ventimiglia;

- Festa del Tulipano a Castiglion del Lago (PG);

- 150░ Anniversario dell'UnitÓ d'Italia, Grande Raduno Nazionale a Firenze Capitale della Cultura(18/9/2011);

- Il 60░ di fondazione dell'ANBIMA a Roma in Vaticano (22 Novembre 2015);

- Carnevale di Cento(FE);

- Partita del Cuore (Empoli);

- Carnevale di Busseto (PR);